Sabato, 13 febbraio 2016
Anno XIGennaiodirettore Roberta Candus redazione@golfegusto.it
A BREVE NOTIZIE SUGLI EVENTI COLLATERALI ED AGGIUNTIVI CHE RGUARDANO CENE PARTICOLARI NEI CIRCOLI DI GOLF E DEGUSTAZIONI DI SIGARI E DISTILLATI:
VI ASPETTIAMO A FINE FEBBRAIO ALLE FIERE DI PARMA PER ITALIAN GOLF SHOW, CONSEGNEREMO IL G6G AWARD 2015 AL MIGLIOR RISTORANTE DEL GOLF A MASSIMO INCERPI, GESTORE DEL RISTORANTE DEL GOLF LE FONTI
ITALIAN GOLF SHOW IN FIERE DI PARMA DAL 27-29 FEBBRAIO 2016, HA INDETTO UN MINICIRCUITO DI GARE DA DICEMBRE SINO ALL'EVENTO, INIZIANDO IL 13 DICEMBRE AL GOLF RIVIERA E PROSEGUENDO 6/2 MODENA GOLF, 7/2 VALDICHIANA, 13/2 GILF DEL DUCATO, 20/2 GOLF CHERVò E 21/2 REGGIO EMILIA GOLF.
6 e 7 febbraio si gioca l'Italian Golf Show in Emilia e Toscana
notizie del 5/2
Mancano ancora 20 giorni al taglio del nastro di Italian Golf Show, l'evento Golfistico che prenderà il via sabato 27 febbraio, come sempre al PalaCassa delle Fiere di Parma che, per 3 giorni diventerà il centro del mondo golfistico italiano. Una esposizione quella del 27, 28 e 29 febbraio 2016, che si preannuncia più ricca che mai, con i consueti momenti di confronto (è ormai certa l’organizzazione di workshop dedicati al gioco, al turismo golfistico e alla promozione), occasioni per praticare e testare nuovi prodotti e anche con spazi dedicati all’acquisto di materiale. In attesa sabato 6 e domenica 7 febbraio si torna a giocare su 2 campi per la seconda e terza tappa del Circuito Italian Golf Show. Questo circuito è la grande novità di questa edizione dello Show. Un circuito che mette in palio premi di altissimo livello che, nel vero senso della parola, possono stuzzicare i palati anche più esigenti. La prima gara marchiata IGS si disputò lo scorso 13 dicembre al Riviera Golf di San Giovanni in Marignano, ora tocca al Modena Golf & Country Club, dove sabato 6 febbraio si giocherà una 4 palle 2 giocatori con classifica unica, e al Golf Club Valdichiana, domenica 7 febbraio. In entrambi i casi i golfisti amatoriali, concorreranno per i premi di tappa, che consistono in prodotti enogastronomici dei territorio parmigiano, messi in palio dal Gruppo Silvano Romani con il marchio Noi da Parma (www.noidaparma.it); i vincitori delle singole tappe avranno poi la possibilità di partecipare all’evento finale, programmato nel corso delle giornate dello show (27, 28 e 29 febbraio), che mette in palio soggiorno di 5 notti in trattamento B&B presso Is Molas Golf Resort, offerto da ACentro GolfVacanze (www.acentro.it). l Calendario delle gare vede: sabato 6 febbraio 2016 - Modena Golf & Country Club domenica 7 febbraio 2016 - Golf Club Valdichiana sabato 13 febbraio 2016 - Golf del Ducato, percorso La Rocca domenica 21febbraio 2016 - Chervò Golf San Vigilio domenica 21 febbraio 2016 - Reggio Emilia Golf
I premiati del Riviera Golf
Alcune immagini della prima gara organizzata per Italian Golf Show.
Golf&Gusto sarà presente a "Le Fiere di Parma" durante l'Italian Golf Show e in occasione, il sabato 27 dopo gli interventi della Federazione Italiana Golf, consegnerà il

Golf&Gusto Award 2015 al Miglior Ristorante del Golf vinto da Massimo Incerpi del Ristorante del Golf Le Fonti. info e foto

Ricordo che il team di Massimo Incerpi e Catia sono al loro secondo premio, il primo lo hanno vinto quando era al Golf Montecatini nel 2012.

Presso lo stand di Golf&Gusto potrete avere tutte le info sul nuovo calendario gare del 2016 e informarvi su www.iviaggidiseve.com con tutte le loro proposte nrl mondo.

Gara al Golf Montecatini, con cena al Ristorante, Massimo Incerpi e lo chef Nicola Doti, consegna della targa e Tegamino d'oro Agnelli
Milano riospita l'Open dItalia
Il Golf Club Milano sarà sede del prossimo Open d'Italia. Il bellissimo Parco della Villa di Monza, sarà ancora il palcoscenico di questo evento che si svolgerà dal 15 al 18 settembre anticipato, come di consueto, dalla tradizionale Pro Am. Gara e data sono stati anche ufficializzati dall’European Tour, che ha reso noto il calendario della prossima stagione, proprio mentre a Dubai si sta concludendo l’attuale. Non poteva essere diversamente dopo lo straordinario successo che l’avvenimento ha avuto nello scorso settembre con il record assoluto di presenze. Vi sono però stati tanti altri aspetti che hanno reso il 72° Open d’Italia presented by Damiani un torneo emotivamente indimenticabile e di grande impatto promozionale. Tra i motivi che hanno condotto alla riconferma della location per il prossimo Open d’Italia è certo il parere degli sponsor - aziende di grande prestigio - tutti rimasti pienamente soddisfatti del successo in generale, del movimento che si è creato e, non ultimo, anche per l’eleganza e per la creativa impostazione del Villaggio Ospitalità, lungo la buca 18, e del Villaggio Commerciale nel viale d’ingresso. Il grande Parcheggio dell'autodromo permetterà la grande affluenza del pubblico e arrirerà ancor più un pubblico non abituato a questo sport ma che potrà così avvicinarsi per capire come mai tantia gente vi ci si appassiona.
l'area peivè alla buca 18 - Foto C. Scaccini
Alla buca 18 - Foto C. Scaccini
Finalmente l'abbiamo in pugno, ora dobbiamo farne un grandissimo evento
Ryder Cup 2022: Roma Caput Mundi, Roma caput Golf

Roma, l’élite del golf mondiale e l’emozione di vedere da vicino il trofeo più prestigioso che questo sport può mettere in palio: la Ryder Cup. Si è tenuta oggi la conferenza stampa ufficiale per celebrare l’assegnazione all’Italia dell’edizione 2022 della grande sfida di golf Europa-Usa.
A fare gli onori di casa, nel Salone d’Onore del CONI, Giovanni Malagò, Presidente del massimo organismo sportivo nazionale. Con lui Franco Chimenti, Presidente di CONI Servizi e Presidente della Federazione Italiana Golf; Keith Pelley, CEO dello European Tour; Richard Hills, Ryder Cup Director; Laura Biagiotti, Presidente del Marco Simone Golf & Country Club; Lavinia Biagiotti, Vicepresidente del Marco Simone Golf & Country Club; Marco Durante, coordinatore della candidatura italiana alla Ryder Cup. A moderare gli interventi, Chiara Geronzi, responsabile della comunicazione per la candidatura italiana alla Ryder Cup 2022. L’incontro si è aperto con l’ingresso di Keith Pelley, tra le mani la Ryder Cup, che ha fatto bella mostra sul tavolo della conferenza. Keith Pelley ha dichiarato: “E’ una splendida giornata per l’European Tour, per la Ryder Cup e per l’Italia. Siamo felici del successo di Roma. Era la migliore delle candidature e Franco Chimenti ha lavorato con grande passione insieme al suo ottimo staff mostrando coraggio, competenza e idee chiare. Quanto al campo avevano qualche preoccupazione, ma poi parlando con la famiglia Biagiotti abbiamo avuto le assicurazioni necessarie. Siamo sicuri che il Marco Simone Golf & Country Club diventerà un grande percorso di livello mondiale e contribuirà a far crescere il golf in Italia”. Ha aggiunto Richard Hills: “Non posso che confermare quanto ha detto Keith. Con questo team abbiamo lavorato bene, ha dato risposte esaurienti a tutte le domande. Non vedo l’ora, tra sette anni, che inizi il torneo”. Poi ha concluso: “Sono rimasto veramente colpito dalla reazione entusiastica che hanno avuto, alla Federazione Italiana Golf, quando hanno ricevuto l’annuncio dell’assegnazione”.

Che cos’è la Ryder Cup - La Ryder Cup, nata nel 1927, vede rinnovarsi ogni due anni la sfida Europa e Stati Uniti: la competizione viene assegnata alternativamente ogni due anni a una città europea o americana. Il 2022 sarà la volta dell'Europa. L’edizione del 1997 in Spagna e quella che si disputerà nel 2018 in Francia rappresentano gli unici due casi europei in cui la Ryder Cup viene disputata al di fuori del Regno Unito. La diffusione capillare del golf nel mondo (61 milioni di praticanti in oltre 120 nazioni), sommata alla presenza in campo dei più forti golfisti continentali, fanno della Ryder Cup un appuntamento unico. Per l’Italia e per Roma ospitare la Ryder Cup del 2022 costituirebbe un'opportunità unica, considerato che per esposizione mediatica e indotto (pari a 500 milioni di Euro secondo gli studi di KPMG) la più importante manifestazione golfistica internazionale è il terzo evento sportivo al mondo dopo le Olimpiadi e la Coppa del Mondo di calcio. In termini di esposizione mediatica, questa manifestazione è il terzo evento sportivo dopo i Campionati Mondiali di calcio e le Olimpiadi: circa 300.000 spettatori provenienti da 96 diverse nazioni; 192 Paesi collegati attraverso un network di 53 emittenti televisive per un totale di più di 500 milioni di case raggiunte per ciascun giorno di gara.

dai preliminari alla firma e l'affido del trofeo e l'entusiasmo della vittoria


Un weekend a Venezia? Scegliete il B&B Ca' Isidoro, a 5 mn. da Piazza San Marco